I migliori rivestimenti in resina epossidica 2022

La vernice epossidica è usata per decorare e proteggere pavimenti in cemento, pavimenti in piastrelle, legno e tutte le superfici indeformabili all'interno o all'esterno della vostra casa. Esteticamente bello, questo rivestimento non può essere applicato in un modo qualsiasi. Soprattutto, non può essere scelto in un modo qualsiasi, perché dipenderà dal rivestimento esistente. Per essere sicuri di fare la scelta giusta, date un'occhiata alla nostra guida ai migliori rivestimenti epossidici.

Dipoxy-2K-700 1
8/10

Miglior rapporto qualità/prezzo

Dipoxy-2K-700

Il miglior rivestimento in resina epossidica

Dipoxy-2k-700 è una resina epossidica cristallina a bassa viscosità. Per polimerizzare e far brillare i vostri materiali. È un prodotto proveniente dalla Germania e distribuito esclusivamente in alta qualità.

Vedere il prezzo

La resina dipoxy è ideale per quasi tutti i tipi di applicazioni, come la gioielleria, la carpenteria, i tavoli da fiume, i pavimenti, gli stagni, gli acquari, i terrari, così come la costruzione di barche e aerei. È anche adatto alla fusione in stampi in silicone, carbonio o aramide e sono possibili anche connessioni in fibra di vetro. La resina dipoxy è anche usata nel modellismo. Si applica in strati spessi fino a 10 cm.

FansCheckout 2
8/10

Miglior rapporto qualità/prezzo

FansCheckout

Il miglior rivestimento in resina epossidica entry-level

La resina epossidica cristallina FansArriche è fatta per l'arte, la gioielleria e l'artigianato. Si tratta di una resina atossica da 18,5 once con 4 contagocce in resina, che è utile per aiutarvi con il dosaggio.

Vedere il prezzo

La resina epossidica cristallina FansArriche è usata per tutte le applicazioni di stampaggio e rivestimento. Indurisce i materiali cristallini e li rende duri come la roccia. Inoltre, si mescola facilmente con i pigmenti. Sono stati condotti test rigorosi per garantire che la resina si abbini perfettamente ai coloranti in resina e ad altri pigmenti brillanti in tonalità più scure. Essendo durevole, la resina è autolivellante, liscia, autodegassante e inodore. Dopo aver mescolato la resina e l'indurente, mescolate in direzione per 3 o 5 minuti e poi avrete 40 minuti di tempo di lavoro che è ideale per i progetti artistici.

Tabella epossidica 5-FIVE 3
7/10

Migliore fascia alta

Tabella epossidica 5-FIVE

Il miglior rivestimento in resina epossidica di fascia alta

La resina 5-FIVE Epoxytable è un prodotto per professionisti. È stato appositamente sviluppato per garantire un prodotto ideale per la creazione di tavoli in legno e resina.

Vedere il prezzo

Epoxytable 5-FIVE è una resina bicomponente composta da 10,8 kg di resina e 7,2 kg di indurente per stampi fino a 5 cm di spessore. È perfetto per lavorare in estate e anche ad alte temperature. La resina permette di colare in grandi spessori senza ingiallimento e resistenza ai graffi perché l'esotermia molto bassa permette di versare grandi spessori senza surriscaldamento e senza deformazione che è perfettamente trasparente e non ingiallisce. Ha anche una caratteristica di bassa viscosità per eliminare le bolle d'aria ed è ideale per i lavori artistici.

Resina4Decor 4
7/10

Una scelta eccellente

Resina4Decor

Un eccellente rivestimento in resina epossidica

Se stai cercando di aggiungere un rivestimento meravigliosamente chiaro, lucido e stabile ai raggi UV alle tue opere d'arte, foto o altri progetti creativi, Resin4Decor offre prestazioni impareggiabili combinate con un'incredibile facilità d'uso per risultati perfetti.

Vedere il prezzo

Resin4Decor è una resina epossidica in due parti con un rapporto di miscelazione 2:1 in peso.Una volta curato, Resin4Decor fornisce un rivestimento semi-flessibile ultra chiaro che non si restringe, non si deforma e non ingiallisce nel tempo. La resina è facile da usare, basta mescolare, versare e curare. Non è tossico e privo di VOC, ma si raccomanda sempre di seguire le precauzioni di sicurezza del buon senso, ed è sicuro da usare, privo di nonilfenolo e inodore.

Guida all'acquisto • agosto 2022

il miglior rivestimento in resina epossidica

Qualche esigenza specifica?

Il miglior rivestimento in resina epossidica

Il miglior rivestimento in resina epossidica entry-level

Il miglior rivestimento in resina epossidica di fascia alta

Un eccellente rivestimento in resina epossidica

La tua guida : Samuel

Valuta questa guida all'acquisto :
4.9/55 voti

Valutando questa guida all'acquisto, ci stai aiutando a premiare i nostri migliori scrittori. Grazie!

Tabella di comparazione del il miglior rivestimenti in resina epossidica

IL TOP DEL TOP NON COSTOSO IL TOP DELLA GAMMA ECCELLENTE
Dipoxy-2K-700 5
8/10
FansCheckout 6
8/10
Tabella epossidica 5-FIVE 7
7/10
Resina4Decor 8
7/10
LA NOSTRA SELEZIONE
Dipoxy-2K-700
FansCheckout
Tabella epossidica 5-FIVE
Resina4Decor
Dipoxy-2k-700 è una resina epossidica cristallina a bassa viscosità. Per polimerizzare e far brillare i vostri materiali. È un prodotto proveniente dalla Germania e distribuito esclusivamente in alta qualità.
La resina epossidica cristallina FansArriche è fatta per l'arte, la gioielleria e l'artigianato. Si tratta di una resina atossica da 18,5 once con 4 contagocce in resina, che è utile per aiutarvi con il dosaggio.
La resina 5-FIVE Epoxytable è un prodotto per professionisti. È stato appositamente sviluppato per garantire un prodotto ideale per la creazione di tavoli in legno e resina.
Se stai cercando di aggiungere un rivestimento meravigliosamente chiaro, lucido e stabile ai raggi UV alle tue opere d'arte, foto o altri progetti creativi, Resin4Decor offre prestazioni impareggiabili combinate con un'incredibile facilità d'uso per risultati perfetti.

Per tutti i tipi di applicazioni

18,5 once di resina non tossica

Consiste in 10,8 kg di resina e 7,2 kg di catalizzatore

Resina epossidica in 2 parti

Adatto per stampi in silicone

dotato di 4 contagocce in resina

Stampi fino a 5 cm di spessore

Fornisce un rivestimento semi-flessibile

Applicazione di uno strato spesso fino a 10 cm

Si mescola facilmente con i pigmenti

Bassa viscosità

Non tossico e senza VOC

Aiutaci a migliorare questa tabella:
Segnala un errore, richiedere l'aggiunta di una caratteristica alla tabella, o suggerire un altro prodotto. Grazie per la vostra gentilezza!

Guida all'acquisto - rivestimento in resina epossidica

Primary Item (H2)Sub Item 1 (H3)

Perché puoi fidarti di noi?

Perché puoi fidarti di noi
La nostra missione
Come sostenerci

NON accettiamo nessun post sponsorizzato o pubblicità.

Passiamo migliaia di ore ogni anno a studiare i principali siti specializzati, analizzando i prodotti di centinaia di marche e leggendo i feedback degli utenti per consigliarvi i migliori prodotti.

La nostra missione è quella di semplificare le vostre decisioni di acquisto.

Siamo un'azienda di recensioni di prodotti con un'unica missione: semplificare le tue decisioni di acquisto. La nostra ricerca e i nostri test aiutano milioni di persone ogni anno a trovare i migliori prodotti per le loro esigenze personali e il loro budget.

Siamo un piccolo team di geek e appassionati.

Per sostenerci puoi: usare i nostri link per fare i tuoi acquisti (che spesso ci fa guadagnare una piccola commissione), condividere i nostri articoli sui social network, o raccomandare il nostro sito sul tuo blog. Grazie in anticipo per il vostro sostegno!

Come scegliere rivestimento in resina epossidica

Questa domanda si pone spesso, soprattutto in un ambiente industriale dove si devono trattare grandi superfici. La scelta sbagliata può avere serie conseguenze finanziarie per la vostra azienda. Fare la scelta giusta è quindi essenziale, e abbiamo deciso di fornirvi alcune chiavi per aiutarvi a prevedere le difficoltà, scegliere il sistema più adatto alle vostre esigenze e garantire la longevità del vostro investimento

#1 - Lo stato iniziale del vostro substrato e i vincoli risultanti

Peggiore è la vostra superficie, più spesso dovrà essere per cancellare tutti i difetti della superficie. Non tutti i rivestimenti sono creati uguali. Molti dei cosiddetti sistemi "multistrato" spesso richiedono diversi passaggi per rimuovere tutti i difetti.
Anche se questi rivestimenti sono spesso più economici, hanno una resistenza meccanica inferiore alle malte epossidiche. Soprattutto, più passate/rivestimenti per ottenere il risultato desiderato aumentano il tempo di inattività del vostro pavimento, e quindi la perdita di utilizzo che questo comporta.
Le malte epossidiche permettono una riparazione in un solo passaggio con un ridotto tempo di inattività delle vostre aree di produzione. Come dicevamo sulla resistenza, affinché il vostro investimento duri nel tempo, è essenziale che il sistema epossidico scelto sia in linea con i vostri vincoli meccanici e/o chimici.
Si devono considerare quattro parametri di resistenza meccanica: intensità di traffico, intensità di impatto, intensità di punzonatura (carichi statici o in movimento) e intensità di scorrimento (movimento senza rotolamento).

#2 - La natura del vostro substrato

Non tutti i substrati sono compatibili con la resina epossidica. Le resine epossidiche hanno il vantaggio della resistenza, che dà loro un coefficiente di espansione abbastanza basso. Non devono quindi mai essere applicati su un rivestimento con un coefficiente di espansione superiore: pavimento flessibile, resina poliuretanica o metacrilata, rivestimento bituminoso, pavimento in legno, ecc.
In presenza di questi tipi di rivestimento, lo smontaggio preventivo è essenziale per evitare qualsiasi danno e per trovare un supporto adatto all'applicazione di un rivestimento in resina epossidica. D'altra parte, è perfettamente possibile applicare la resina epossidica (autolivellante o malta) alle piastrelle, a condizione che le piastrelle siano stabili e non suonino vuote.

#3 - Distinguere tra spessore e resistenza

Un malinteso comune sulla forza dei sistemi epossidici è che più sono spessi, più sono forti. La forza di un sistema è molto spesso determinata dalla qualità degli aggregati usati nel sistema epossidico. Per esempio, alcuni rivestimenti di 2 o 3 mm sono molto più forti di altri di 5 mm e più.

#4 - La temperatura di catalisi

Non tutti i rivestimenti in resina epossidica curano alla stessa velocità. Più bassa è la temperatura, più lentamente la resina si indurisce. Ecco perché è meglio scegliere una resina con una bassa temperatura di catalisi in modo che possa essere usata in ambienti a temperatura ambiente e che polimerizzi molto bene.

#5 - Compatibilità con i coloranti

Generalmente, la resina epossidica è di colore trasparente. Ma è possibile colorarlo con qualsiasi colorante, che siano polveri, terre o anche pigmenti metallici. L'unica condizione è che devono essere completamente asciutti.
Tuttavia, se preferite usare coloranti liquidi o in pasta, dovete assicurarvi che siano compatibili con la resina epossidica che avete scelto. Ma se questi coloranti non sono compatibili con la vostra resina epossidica, dovreste aggiungere solo poche gocce, poiché l'eccesso potrebbe compromettere la catalisi della resina, così come la sua traslucenza.

Rivestimento in resina epossidica: vantaggi e svantaggi

Vantaggi del rivestimento in resina epossidica rivestimento in resina epossidica

Le resine epossidiche per i rivestimenti sono caratterizzate da chiari vantaggi in termini di estetica, composizione e funzionalità. I rivestimenti in resina epossidica sono infatti realizzati con materiali che garantiscono particolarità come l'assenza di sostanze tossiche e nocive; l'assenza di odori forti e sgradevoli; l'estrema duttilità, che gli permette di coprire qualsiasi tipo di superficie. È anche impermeabile e può essere utilizzato all'interno e all'esterno, e ha un aspetto elegante e attraente. Infine, è veloce e comodo da pulire, il che è permesso dalla superficie unica e senza cuciture.

Svantaggi del rivestimento in resina epossidica

Gli svantaggi sono proprio l'uniformità dei rivestimenti in resina epossidica, quando una piccola parte della superficie si deteriora, si è costretti a intervenire su tutto il rivestimento, procedendo così all'installazione di un ulteriore strato di resina. In secondo luogo, la superficie liscia dei rivestimenti in resina epossidica è più incline ai graffi. La resina può essere applicata a qualsiasi substrato, ma non aderisce bene alle superfici di vetro. Le superfici in resina epossidica sono molto lisce, uniformi e idrorepellenti, ma quando sono bagnate possono diventare molto scivolose e pericolose.

Rivestimento in resina epossidica o in resina poliuretanica?

Rivestimento in resina epossidica

Il rivestimento in resina epossidica ha prima di tutto un'ottima resistenza meccanica e grandissime possibilità di personalizzazione, aggiungendo pigmenti di colore che possono dare origine a una cartella colori. Va notato che l'aggiunta di cariche minerali e di tutti i tipi di additivi può influenzare la resistenza e le proprietà della resina fatta per il pavimento.

Il suo componente principale è quindi il bisfenolo A, che a volte può essere combinato con il bisfenolo F per ottenere una migliore resistenza. Per quanto riguarda gli indurenti, il più utilizzato è senza dubbio l'ammina ciclo alifatica. Questa resina è il punto di riferimento per le pavimentazioni industriali in quanto ha un'eccellente adesione al substrato e un'ottima resistenza chimica e meccanica.

Rivestimento in resina poliuretanica

I rivestimenti in resina poliuretanica sono presentati come più flessibili e versatili. Anche se questa è una soluzione meno economica, avrà il vantaggio di essere più versatile per rispondere ai diversi problemi che potete incontrare con il vostro pavimento industriale.

Il suo vantaggio principale sarà quello di offrirvi un pavimento più flessibile, pur rimanendo duro grazie alla resina. Sarà quindi adatto sia ai pavimenti industriali che a quelli sportivi grazie alla sua resistenza agli urti e alle crepe del tempo.

Verdict

Tra queste scelte, la più pratica è quella di utilizzare il rivestimento in resina epossidica, poiché è la resina più conosciuta e più raccomandata dagli esperti. Inoltre, ha un'alta resistenza agli idrocarburi, un'alta resistenza chimica e buone proprietà meccaniche. Naturalmente, la resina poliuretanica ha molte caratteristiche che la differenziano, ma la più ideale per il tuo rivestimento è la resina epossidica.

Suggerimenti

Applicazione, asciugatura e lucidatura di un rivestimento in resina epossidica

L'asciugatura e l'indurimento della resina epossidica sono fasi essenziali nell'uso della resina epossidica. Affinché questo avvenga nelle migliori condizioni possibili, la stanza in cui si lavora con la resina deve essere riscaldata tra i 20 e i 25 gradi. Una temperatura più bassa aumenta la viscosità del prodotto, che rallenta il processo di asciugatura e può influenzare la qualità della finitura. Per un'asciugatura veloce e buona, è anche necessario tener conto dell'umidità del pezzo, che non deve essere troppo alta, e a seconda dello spessore del rivestimento in resina, il tempo di asciugatura sarà più o meno lungo. A seconda dello spessore del rivestimento in resina, il tempo di asciugatura varia, ma si ritiene che da 24 a 72 ore siano necessarie per un'asciugatura e un indurimento ottimali. Da questo punto in poi, la resina può essere lavorata e trattata come si vuole.

È importante notare che la lucidatura non deve essere effettuata fino a quando la resina epossidica non è completamente asciutta. A questo scopo c'è la lucidatura manuale, che è certamente il metodo più comune ed efficace per lucidare la resina epossidica. Utilizzando una lucidatrice orbitale e una carta vetrata fino a 1500 grit, la superficie del rivestimento viene lucidata fino a una finitura liscia e simile al vetro. Anche se questa tecnica è efficace, è generalmente riservata a un professionista in quanto richiede l'attrezzatura e le competenze giuste. D'altra parte, la lucidatura manuale è raccomandata per piccole superfici come mobili o oggetti per esempio.

Colorazione della resina epossidica

Naturalmente trasparente, grazie all'aggiunta di pigmento, questo prodotto può essere colorato a piacere. Ecco alcuni consigli su come colorare con successo le resine epossidiche. La colorazione della resina epossidica può essere ottenuta attraverso diversi processi. Il modo più sicuro e affidabile per farlo è usare coloranti in polvere perfettamente asciutti. Questa polvere viene poi incorporata alla resina per darle il colore desiderato. Tuttavia, alcuni prodotti liquidi o in pasta possono anche essere utilizzati per lo stesso scopo, ma questi devono essere compatibili con la resina epossidica, altrimenti la trasparenza del rivestimento sarà compromessa e la sua viscosità aumentata.

Rimozione della resina epossidica

Poiché la resina epossidica è composta da 2 componenti (resina e indurente), possono essere puliti con 2 prodotti diversi. Il componente resinoso non miscelato può essere pulito con solventi come acetone, alcool o diluente nitro. Poiché pochi sanno di cosa è fatto il liquido B, si può pulire, molto semplicemente, con l'aceto da tavola. Perché il componente B è una miscela basica.

Lucidare la resina

Come faccio a far brillare la resina? Su una superficie di resina grande o irregolare, applicare una vernice spray poliuretanica per farla brillare. Si può anche usare una vernice acrilica spray trasparente. Sono necessarie da due a tre mani per ottenere una superficie molto lucida.

rimuovere l'opacità superficiale della resina

Queste opacità superficiali, soprattutto nella stagione fredda, sono il risultato dell'effetto dell'umidità dell'ambiente, che crea uno strato sulla superficie della vostra resina. E l'umidità è il nemico della resina. Per evitare questo, è necessario lavorare in un ambiente a bassa umidità e anche riscaldare i 2 componenti separatamente prima di mescolarli. Si deve anche controllare ogni 5 minuti e non appena raggiunge i 40°C, si può applicare.

DOMANDE FREQUENTI (FAQ)

Qual è il miglior rivestimento in resina epossidica?

La migliore pavimentazione in resina epossidica dipende dalle vostre esigenze e dal vostro budget. Leggi la nostra guida all'acquisto per scoprire quali sono i prodotti migliori al momento.

Come si misura la resina epossidica?

Essendo un bicomponente, avete solo 2 bottiglie in vostro possesso, la prima contenente la resina A e la seconda il catalizzatore B. Procuratevi una bilancia elettronica per calcolare i grammi e poi una ciotola per mescolare i due componenti A e B. Prima di tutto, trasferite una quantità di A in un piatto, cercando di avere un numero tondo in grammi (Facciamo un esempio: 200g), questo vi darà la possibilità di calcolare molto più facilmente la quantità di componente indurente B che dovrete aggiungere per procedere alla vostra associazione come deve essere. Su ogni bottiglia è annotato il rapporto di utilizzo.

Come preparare la resina?

Non appena avete preparato i vostri due componenti, versate in una ciotola A e B, la resina deve essere sposata per almeno 2-3 minuti. Quando spazzoli, dovrai cambiare direzione regolarmente e raschiare spesso i lati del contenitore. Questa fase è cruciale, se la miscelazione non è fatta bene, da un punto di vista molecolare, la miscela non sarà omogenea, la resina non si rassoderà o si rassoderà solo parzialmente, quindi la resina sarà scura in alcuni punti.

Quanto tempo posso aspettare se voglio che la resina si rassodi?

La consistenza della resina dipenderà dalla formulazione, dal tempo di applicazione e dalla temperatura di catalisi. Inoltre, la resistenza meccanica della resina aumenta per 4-5 giorni dopo l'applicazione. Dopo 24 ore la resina può sembrare ancora morbida, ma nei giorni successivi si indurisce in una plastica dura.

Come si rimuovono le bolle d'aria?

Se non ti piacciono le piccole bolle d'aria che si formano nella resina, puoi distruggerle usando dei degasatori. Tuttavia, potete limitarli al minimo mescolando bene, sottilmente e a lungo la vostra resina. Inoltre, capovolgi la tua resina, mantenendo il piatto il più vicino possibile alla superficie per evitare che la resina prenda molta aria mentre cade dall'alto. Lasciatelo asciugare per diversi minuti prima di frugarci dentro in modo che tutte le bolle d'aria salgano in superficie, e mettete una fonte di calore come una fiamma o una pistola termica sulla superficie per farle semplicemente scoppiare.

Aggiornamenti

1 febbraio 2022 : Traduzione di questa guida all'acquisto dal nostro partner meilleurtest.fr

Vedere di più
La nostra selezione
Dipoxy-2K-700 9
Dipoxy-2K-700
FansCheckout 10
FansCheckout
Tabella epossidica 5-FIVE 11
Tabella epossidica 5-FIVE
Resina4Decor 12
Resina4Decor

Lecteurs

Ogni mese aiutiamo più di 1 000 000 di persone a comprare meglio e in modo più intelligente

Copyright © 2022 - Fatto con da sceltetop.com

Le tue recensioni e guide all'acquisto 0% di pubblicità, 100% indipendenti!